Categories
! SENZA UNA COLONNA

Faccia massaggio che prolunga la giovinezza

Il famoso cosmetologo francese Zhoel Siocko raccomanda questo massaggio al volto ai suoi clienti, tra cui Monica Bellucci e Renata Litvinova. È bello farlo ogni giorno.

scuolacomo.com

Il che non è affatto difficile, perché la procedura richiede solo tre minuti.

“Sì, questo massaggio al viso è ridicolo”, ammette Zhoel Siocko. – ma è bravo: ciò che richiede più sforzo e lavoro, nessuno lo farà “. È adatto a qualsiasi tipo di età e pelle.

Carnagione fresca, crescente elasticità ed elasticità, la riduzione delle rughe non sono gli unici vantaggi di questo massaggio. Aumenta anche l’efficacia dei cosmetici che dovrebbero essere applicati immediatamente dopo di essa.

Eseguire il massaggio facciale una volta al giorno dopo aver pulito la pelle prima di applicare la crema.

Metti l’orologio davanti a te: meraviglioso se riesci a far sì che ogni movimento più di un minuto. Tuttavia, i verbali sono sufficienti per sentire e vedere l’effetto.

1. Rafforzare il flusso linfatico

Premere lentamente contemporaneamente con l’indice, le dita a medio e anello di entrambe le mani sulla pelle, spostandosi dall’alto verso il basso – dalla fronte alla scollatura. Quindi stimoli la corrente della linfa – fluido che rimuove le tossine dal corpo. Che riduce il gonfiore e aggiorna la carnagione.

2. Aumenta l’elasticità ed elasticità

Afferrare delicatamente il pollice e l’indice di entrambe le mani e solleva la pelle senza allungarla troppo.

Ricorda: profondamente non significa aggressivo. Tale allungamento è un buon allenamento per la pelle, aumenta la sua elasticità ed elasticità. In che modo muoversi, non è importante. La cosa principale è non dimenticare la pelle intorno agli occhi, al collo e alla scollatura.

Categories
! SENZA UNA COLONNA

Gli scienziati hanno rivelato 5 tipi di relazioni tra persone e gatti

Ama e Furr a lato o lancia un aspetto sprezzante ed evita? Le relazioni con il gatto, come con qualsiasi creatura vivente, non sono così semplici. Studi recenti hanno dimostrato che il modo di interagire l’animale con noi dipende non solo dal suo carattere, ma anche dal nostro comportamento.

Scienziati britannici (dove senza di loro!) Dall’Università di Lincoln ha condotto uno studio insolito: hanno intervistato circa 4.000 proprietari di gatti per scoprire cosa e come influisce sulle loro relazioni con gli animali domestici.

I partecipanti hanno descritto la loro interazione giornaliera con i gatti. Gli scienziati hanno studiato quattro fattori che influenzano il contatto del proprietario e il suo preferito:

    Durante l’orgasmo, la pressione del sangue può aumentare da 100-120 a 220 mm Mercury Post. L’impulso è rapido da 60-80 a 100-150 colpi al minuto, e in alcuni casi fino a 180. La perche voi ragazze amate i cattivi della respirazione aumenta, a volte 3 volte.

  • “Investimenti” emotivi del proprietario;
  • L’adozione di altre persone o animali;
  • La necessità di un animale domestico per la vicinanza del proprietario;
  • L’alienazione del gatto.

Il professor Daniel Mills, un comportamento animale, sottolinea: “Come nel caso di eventuali relazioni sociali complesse, il tipo di comunicazione tra un gatto e il proprietario è un prodotto delle dinamiche tra loro, nonché alcune caratteristiche delle loro personalità “. Si scopre che “ha un personaggio del genere” è più una scusa della vera giustificazione di come si sviluppa la nostra relazione con un animale domestico.

I ricercatori sono fuggiti dal fatto che ci sono 5 tipi di relazioni tra i gatti e i loro proprietari:

  1. Relazione aperta -Quando il proprietario non è molto, ma investe ancora emotivamente in loro, e il gatto non ha bisogno della sua intimità;
  2. Relazioni a distanza – quando sia il proprietario che il gatto “camminano da soli”;
  3. Relazioni episodiche – Qui, come per la “relazione a distanza”, gli investimenti del proprietario sono minimi. Inoltre, le relazioni episodiche potrebbero trasformarsi in una relazione a distanza dal paragrafo precedente: dipende da quanto sia socievole il gatto. Molto spesso, tali tipi di relazioni si formano in famiglie in cui molte persone o animali o in cui l’animale ha accesso alla strada.
  4. Co -dependence – L’attaccamento emotivo del maestro al gatto è forte come l’attaccamento di un animale domestico per lui. Questo tipo di relazione è più comune quando il gatto e il proprietario vivono insieme e l’animale non ha accesso alla strada. Inoltre, l’animale non è spesso pronto ad accettare altre persone.
  5. Amicizia – Si basa anche su un atteggiamento speciale del proprietario, ma questo tipo di relazione è comune nelle famiglie numerose o nelle famiglie in cui ci sono altri animali domestici. Con questo tipo di relazione, sia una persona che un gatto si sentono in modo indipendente, ma con piacere trascorrere del tempo insieme.

Gli scienziati sperano che questo studio aiuti tutti noi a capire meglio come si sviluppa il contatto tra persone e gatti. Quindi, possiamo anche capire meglio i nostri animali domestici e costruire una relazione benevolo con loro, piena di reciproco rispetto.

Categories
! SENZA UNA COLONNA

Nutrizione intuitiva: tutto quello che volevi sapere

Oggi, la magrezza è associata a salute, successo e felicità. Alla ricerca dell’ideale, stiamo torturando noi stessi con le diete e l’allenamento, ma a lungo termine aumentano il peso. Come imparare a controllare il peso per tutta la vita?

Alla ricerca di armonia, ci sediamo a dieta. Ma le restrizioni stimolano la brama di prodotti proibiti. Una volta che si verifica una rottura. I guasti vengono ripetuti, il peso aumenta e ancora una volta c’è il desiderio di perdere peso. Il cerchio è chiuso.

La funzione principale del cibo è essere una fonte di energia corporeo. Alla luce del pensiero dietetico, il cibo provoca esperienze e emozioni negative. I disturbi del comportamento alimentare sono caratteristici non solo per le ragazze che soffrono di anoressia o sovrappeso. Le donne con una figura normale diventano anche vittime di relazioni malsane con il cibo. Se aderisci a un determinato sistema di alimentazione o, al contrario, ti permetti spesso in eccesso, questo articolo fa per te.

C’è un diritto

Fin dall’infanzia, ci viene insegnato a ignorare i segnali del corpo: i genitori fanno mangiare ai bambini quando non hanno fame. Di conseguenza, gli adulti crescono per una serie di motivi: per l’azienda, perché le case sono tornate a casa dal lavoro o in visita, perché è scomodo rifiutare. Mangiano per dissipare la noia, posticipare un’attività spiacevole o salvare prodotti con una durata in scadenza.

“Sentirsi fame – l’unica base ragionevole per mangiare – sostituire le norme sociali e gli stereotipi. Non sorprende che mangiamo in eccesso e ingrassiamo “, il libro dello psicologo clinico Svetlana Bronnikova” Nutrizione intuitiva: come smettere di preoccuparsi del cibo e perdere peso “.

Non c’è sensazione di fameÈ incompetente per il corpo e distruttivo per la figura. Ma altrettanto dannoso per sopportare la sensazione di fame. Se hai davvero fame, devi mangiare. L’ora del giorno, l’ambiente circostante e la quantità di cibo consumato durante il giorno non importano. Se aspetti il ​​momento in cui la fame diventa troppo forte, il cibo eccessivo non può essere evitato. Avendo raggiunto i pasti, mangi più del necessario.

“C’è qualcosa, soggetto a due condizioni: hai fame e il tuo corpo richiede questo particolare prodotto”

Il concetto di nutrizione intuitiva non dividisce i prodotti in cattive e cattive. Mentre ci sono prodotti proibiti, sarai tirato da loro. Puoi mangiare qualsiasi cosa, soggetto a due condizioni: hai fame e il tuo corpo richiede questo prodotto. Gli amanti della dieta spaventa questo approccio. È terribile consentire i prodotti proibiti dopo così tanti anni di restrizioni. Sembra che mangerai solo danneggiamento. Ma la ricerca dimostra: il corpo umano stesso sceglie ciò di cui ha bisogno esattamente in questo momento.

Nel 1939, pediatra Clara Davis (Clara M. Devis) ha pubblicato i risultati di un esperimento dietetico su larga scala. I partecipanti allo studio sono diventati bambini di età compresa tra 6 e 11 mesi, che sono stati abbandonati dalla madre. I bambini avevano anemia, mancanza di peso e altri problemi associati a una cattiva alimentazione. Per sei anni, i bambini hanno scelto indipendentemente il cibo dai prodotti che le tate hanno esposto in un luogo di rilievo. I ricercatori hanno scoperto: con questo tipo di nutrizione, i bambini avevano meno probabilità di far male, più facili da sopportare il raffreddore e guadagnavano peso al normale .

Il corpo di un bambino, non viziato da abitudini alimentari imposte, ha scelto il cibo adatto stesso. Gli adulti possono fare lo stesso, ma ci vorrà del tempo per Perestroika. È importante che sia disponibile una varietà di alimenti. Le persone incline a eccesso di cibo sono conservate a casa poco cibo, per non mangiare in eccesso. Ma al momento della fame, non possono scegliere di più il corpo. Trovare l’opzione migliore, sarai saturo di una quantità minima di cibo. Se mangi prodotti inappropriati, ti alzi dal tavolo insoddisfatto. Sembra che voglio qualcos’altro.

Il diritto di fermarsi

Non è facile per le persone violare il comportamento alimentare quando hanno davvero fame. Ma ancora più difficile notare il momento della saturazione e fermare il pasto. È difficile per loro lasciare il cibo su un piatto: se si sono lasciati mangiare, è necessario mangiare fino alla fine. Per fermarti nel tempo, è necessario regolare la velocità del cibo. Se mangi troppo in fretta, non noti il ​​momento della saturazione e mangi in eccesso. Le persone molto affamate mangiano rapidamente e coloro che si vergognano di mangiare in pubblico – lo fanno in fretta. Inoltre, una nutrizione consapevole è interferita con il cibo al lavoro, al computer, alla lettura.

Imparare a riconoscere il momento della saturazione aiuterà la tecnica di pausa. Imposta con il cibo per qualche minuto, alzati dal tavolo e fai qualcos’altro. Non importa cosa esattamente – la cosa principale è iniziare a muoversi. Il movimento suscita una sensazione di sazietà e aiuta a completare il cibo. Ma non c’è bisogno di scivolare verso il controllo dietetico. Prova ad ascoltare il corpo e non limitarti con la forza. Se hai fame, continua a mangiare.

Praticando la tecnica di pausa, noterai che dopo la saturazione il cibo non diventa così gustoso come prima. Inizierai a riconoscere i segni di disagio di mangiare troppo e imparerai a fermarsi prima. Nel tempo, inizierai a sentire chiaramente il momento della saturazione e prevederlo.

Gestione delle emozioni

Il culto di uno stile di vita positivo convince: devi provare solo emozioni positive. Sentimenti negativi che cerchiamo di allontanarci da noi stessi e nasconderci dagli altri – questo è sbagliato. Non puoi dividere le emozioni in cattive e cattive. Le emozioni sono solo un mezzo con cui il corpo ci trasmette determinate informazioni.

Ipersensibilità, incapacità di riconoscere le emozioni e gestirle la causa del comportamento alimentare compromesso. Una persona che non sa far fronte all’ansia o all’eccitazione, ricorre al cibo. Tendiamo a spiegarlo con pigrizia e mancanza di capacità. In effetti, le persone usano questo metodo perché funziona davvero.

Affrontare le emozioni ed evitare “inceppamento” aiuta a navigare. Siediti, rilassati e chiudi gli occhi. Concentrati su questo momento. Non c’è bisogno di controllare l’emozione o allontanarla da te stesso. Guarda. Noterai picchi brevi quando l’emozione è la più potente e i bassi quando il disagio diminuisce. L’eccesso di eccesso emotivo accade proprio al culmine, perché sembra: il dolore non passerà mai. Quando sai che non è così, è più facile sopravvivere al picco e proteggerti da piastrelle di cioccolato in eccesso.

Movimento intuitivo

Tendiamo a trascurare una semplice attività quotidiana: una breve passeggiata non aiuterà a ridurre il peso. NAM sembra che lo sport dovrebbe essere pesante: aumenti precoci, allenatori aggressivi, carichi estenuanti. Molti considerano l’attività fisica solo in combinazione con una dieta, come parte di un processo di perdita di peso. Se lanciamo una dieta, l’educazione fisica scompare. È dimostrata la ricerca: questo approccio non è corretto.

Nel 2012, Dardo Tomasi e Nora Dardo Tomasi (Nora D. Volkow) ha rivelato una somiglianza tra persone inclini alla tossicodipendenza e all’eccesso emotivo https://www.estelleyomeda.com/love-buy-come-capire-un-truffatore-su-un-sito-di/ – un basso livello di neurotrasmettitore della dopamina. La cura emotiva ha mangiato troppo per compensare la mancanza di dopamina e sentirsi meglio. È più utile sostituire l’eccesso di cibo con lieve sforzo fisico: gli esercizi stimolano la sintesi della dopamina e riducono naturalmente la brama di eccesso di cibo .4

Separare il movimento dalla perdita di peso. Il movimento è una parte importante della vita, non un mezzo per perdere peso. Non è necessario fissare obiettivi alti per essere quindi delusi. Spostati per piacere. Inizia camminando mezz’ora al giorno. Se cammini è duro a causa dell’eccesso di peso, ti adatterai al nuoto o alla camminata scandinava, in cui il carico sulle articolazioni è ridotto a causa di bastoncini.

Ascoltiamo il nostro corpo

Consenti a te stesso di mangiare. Smettila di dividere i prodotti in buoni e cattivi. L’etichetta del divieto su grassi e dolci aumenta la brama di questi prodotti e la colpa per il rullo consumato spinge alla prossima rottura del cibo.

Impara a smettere. Fermalo al lavoro, alla TV o alla lettura. Concentrati sul cibo e sulle sensazioni nel processo. Prova a catturare il momento in cui sei già pieno, ma non sei ancora stato sopraffatto, ignora la dimensione di piastre, porzioni o pacchetti.

Guarda le emozioni. Il cibo eccessivo avviene al culmine delle emozioni che ti disturbano. Siediti, rilassati e guarda: le cime non durano a lungo.

Mossa. L’attività fisica leggera non cambierà la tua figura in breve tempo, ma apporterà profondi cambiamenti nel corpo. Non trascurare un breve assenteismo o salire le scale.

Categories
! SENZA UNA COLONNA

Perché è difficile per noi prenderci cura di noi stessi

Ogni giorno applicare la panna, fare regolarmente maschere per capelli, andare yoga o massaggi rilassanti, mangiare bene … sappiamo tutti cosa fare per avere un bell’aspetto e sentirci bene. Tuttavia, spesso la teoria e la pratica divergono. Perché è difficile per noi prenderci cura di noi stessi?

La nostra lettrice di 37 anni Anna ci ha scritto una lettera in cui ha ammesso di studiare regolarmente materiali sulla cura dei capelli e della pelle nelle nostre riviste e altre riviste, ma non seguono mai i loro consigli. “Capisco che questo è importante, ma sono persino pigro per fare una maschera, per non parlare della ginnastica del viso. Mi sembra che alcune persone possano natura e amano prendersi cura di se stesse. Altri non viene dato questo “.

Perché molte donne sono così difficili da trascorrere più e tempo nei rituali di bellezza?

“Ci sono due modi per percepire

Sicuramente ora conosci il tuo corpo molto meglio che nei giovani. Preparati per il un modo semplice per migliorare la tua erezione 5 con un nuovo partner. Sarà bene se discuti desideri e fantasie a letto. Dimmi cosa ti piace di più, non esitare a dirigerlo nel processo.

il tuo corpo”, spiega lo psicoanalista Jean-David Nazo. “O ci identifichiamo con lui, credendo che” io sono il mio corpo “o separaci da lui, considerando il corpo la proprietà più preziosa”.

Nel primo caso, percependo noi stessi e il nostro corpo come qualcosa, non siamo in grado di trattarlo come un oggetto di cura. È difficile per noi prenderci cura di noi stessi. E solo se ci rendiamo conto che abbiamo un corpo (“un” soggetto indipendente che ha il potere di estendere o fermare la nostra vita “), lo trattiamo con la riverenza che merita giustamente.

C’è un’altra versione. Lo psicoterapista clinico e psicoterapeuta familiare Robert Neuburger crede che prendersi cura di se stesso sia un modo per non cadere agli occhi degli amici. Se non ci sentiamo interessanti e necessari, allora dimentica l’aspetto.

“Dopo il divorzio, sembravo terribile, ho perso interesse per la vita”, ricorda Marina di 44 anni. – Solo per il bene di sua figlia si è unita: si è tinta i capelli, ha iniziato a truccarsi. Non volevo che lei mi vedesse curata “.

L’esperienza del passato

È l’influenza dei genitori che pone la nostra benevolente e rispettosa o, al contrario, abbandono di se stessi. La nostra percezione di auto -percezione si forma in tenera età le parole, le azioni e le opinioni degli adulti. Se questa esperienza è stata positiva, sorge una sana sensazione di corpo. Altrimenti, in età consapevole, iniziamo a esprimere antipatia in modi diversi: mangiamo male, ci rifiutiamo di andarcene e trucco.

Molte persone si sentono in colpa quando trascorrono del tempo su se stesse, perché una volta la madre si ispirava che la ragazza non dovesse girare davanti allo specchio per molto tempo. Altri credono che prendersi cura di se stessi sia un’attività oziosa e insignificante, come insegnavano di nuovo i genitori.

“Maschere, yoga, massaggi. E lavorare quando?”-chiede in modo stretto il 36enne Evelina. Ha fatto una brillante carriera, ma anche ora si presta almeno attenzione. “Sono una grande impresa, allevo due bambini e non scambio con sciocchezze. I genitori hanno sempre detto che il duro lavoro e il lavoro su se stessi è la cosa principale della vita. Mentre i miei amici hanno cambiato le loro acconciature e ho sfogliato le riviste lucide, ho studiato e sono andato al mio obiettivo, non particolarmente interessato alla moda e al trucco. Oggi a volte mi pento di non sapere come fare uno stile o usare il blush. Tuttavia, è troppo tardi per studiare questo “.

Questo è egoismo?

Molti percepiscono erroneamente la cura per se stessi come una manifestazione di egoismo. E, per esempio, si vergognano di spendere soldi per una manicure, che potrebbe andare al cinema con un bambino con un bambino. È difficile per loro prendersi cura di se stessi, è imbarazzato passare un’ora in bagno invece di giocare con i bambini.

“Non ho tempo e denaro!” – La giustificazione più comune per non prendersi cura di te stesso. È più facile per alcuni di noi prendersi cura degli altri che noi stessi. Molto spesso, tale autodeniale viene copiato in madre o nonna. Ma pensa, perché verrà trasmesso ai tuoi figli. Pertanto, è importante imparare a realizzare e soddisfare le esigenze della pelle, dei capelli e del corpo. Quindi sarà più facile insegnare a questa figlia o ai figli e quindi aiutarli a diventare più felici.

Coloro che sono passati quando l’attenzione ai vestiti e al trucco è stato considerato un segno di frivolezza e gli scienziati nei film sono andati in costumi senza indiferi. La forma ben curata è una componente importante del successo. Quindi mostri che sai come distribuire il tempo e gestire tutto: lavorare, impegnarsi in famiglia, andare a sport e cosmetologo. Il primo passo nella questione dell’auto -cure, come in tutto, è il più doloroso e difficile.